Domanda:
Altezza e selezione naturale negli esseri umani?
futurebird
2012-01-04 04:45:32 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho guardato il documentario "Evolve" di recente e nel segmento sulle "dimensioni" Scott V. Edwards, biologo evoluzionista di Harvard, ha menzionato l'idea che gli esseri umani potrebbero evolversi fino a raggiungere un'altezza di 7 'in' centinaia di anni '. (Penso che questo possa essere stato preso fuori contesto ... gli ho mandato un'email per scoprirlo, ma non aspettarti una risposta da qualcuno così impegnato)

Il ragionamento dice che la tendenza negli ultimi 100 anni è stata una maggiore altezza e le donne mostrano una forte preferenza per gli uomini che sono più alti di loro. (Sebbene forse tutta questa differenza sia dovuta in gran parte a diete più ricche di proteine ​​in tenera età)

Mi chiedo, però, se questa sia solo una parte della storia. La preferenza delle donne non è solo per gli uomini alti, ma per un uomo che è più alto di lei. Allo stesso modo, gli uomini sembrano preferire le donne che sono più basse di loro. C'è anche una pressione culturale: la classica immagine occidentale di una coppia sulla torta nuziale mostra sempre un uomo che è circa 4 "(in scala) più alto della sposa.

Quindi, le donne basse hanno un vantaggio poiché hanno un numero maggiore di uomini tra cui scegliere. (Colloquialmente, chiedi semplicemente a una donna alta 6 piedi se ritiene che la sua altezza la aiuti a trovare le date.)

Supponiamo che gli uomini cerchino donne più basse di sono, ma non più di 8 "più brevi. Le donne cercano uomini più alti di loro ma non più alti di 8 ". Dato che l'altezza media attuale per gli uomini è di 5'8" e per le donne è di 5'4 "(e distribuita normalmente SD 2.8") avremo pressione selettiva che porta ad una maggiore o minore altezza? (Questo è, ovviamente, eccessivamente semplificato, ma è un punto di partenza.)

È eccessivamente semplificato dire che l'altezza è l'unico parametro che definisce la preferenza femminile. Ci sono molte altre caratteristiche nei maschi che le femmine terranno in considerazione.
Sono un po 'scettico sull'ipotesi che l'attrattiva sia correlata al numero di discendenti (nella misura in cui avrà luogo qualsiasi selezione sostanziale).
Quattro risposte:
#1
+15
kmm
2012-01-05 02:04:31 UTC
view on stackexchange narkive permalink

@kate ha quella che probabilmente è la risposta più corretta per il modello osservato.

Tuttavia, come esperimento, ho impostato una simulazione di base per approssimare le condizioni che esponi:

  1. Altezza media iniziale di 5'8 "(172,72 cm) e 5'4 "(162,56 cm) con deviazioni standard di 2,8" (7,112 cm). Ho usato cm, perché è più facile che trattare con pollici.
  2. I maschi non si accoppieranno con femmine più alte di loro.
  3. Le femmine non si accoppieranno con maschi più alti di 8 ".
  4. I maschi non si accoppieranno con femmine più basse di 8" (segue dal n. 3 sopra).
  5. Il problema in cui mi sono imbattuto rapidamente è stato che, troncando parte della distribuzione normale, la varianza in altezza ad ogni generazione è diminuita gradualmente. Dopo circa 20 generazioni, i mezzi non si sono evoluti perché c'era così poco variazione di altezza.

    L'altezza umana è uno dei tratti quantitativi più studiati, che risale a oltre 100 anni fa da alcuni dei primissimi statistici (Fisher, Galton). L'altezza è un tratto poligenico con ereditabilità molto elevata ( h 2 = 0,8) 1 . Studi di associazione su tutto il genoma hanno riportato 54 geni coinvolti nella determinazione dell'altezza umana 2 .

    Immagina che ciascuno di questi 54 geni abbia solo due alleli: a e b. a dà un +1 all'altezza. b dà -1 all'altezza. Quindi aa sarebbe +2, ab o ba 0 e bb -2. La somma di tutti questi alleli è correlata all'altezza. Quindi, se tutti e 54 fossero aa, l'altezza sarebbe +108.

    Il problema si presenta quando le persone si accoppiano solo con persone più alte. Nel tempo, la proporzione di b diminuirà e la proporzione di a aumenterà, ma solo fino a un certo punto. Una volta che tutti gli alleli sono fissati in a, non ci sarà più spazio. La variazione genetica sarà esaurita. Senza l'input di nuovi alleli, l'altezza cesserà di evolversi.

    1 Lettre, G. 2011. Recenti progressi nello studio della genetica dell'altezza. Hum Genet 129: 465–472.

    2 Visscher, PM. 2008. Dimensionamento della variazione di altezza umana. Nat Genet 40 (5): 489-90.

La selezione direzionale riduce quasi sempre il livello di variazione, ma nel caso di 54 geni e popolazione superiore a 7 * 10 ^ 9 - le mutazioni non sono trascurabili.
Ottima risposta (hai fatto una simulazione!). Marta ha ragione: la mutazione genera variazione, ma anche la selezione del compagno umano non è guidata dall'altezza.
#2
+13
kasia
2012-01-04 23:01:17 UTC
view on stackexchange narkive permalink

(Questo avrebbe dovuto essere un commento, ma non ho ancora abbastanza reputazione. Mi dispiace!)

Hai posto una domanda interessante, ma non sono sicuro sul tuo ragionamento.

In primo luogo, la "tendenza" che descrivi, secondo cui nel secolo scorso gli esseri umani sono diventati più alti che mai, è un fenomeno noto alla maggior parte dei paesi europei, una delle cosiddette "tendenze secolari" : un cambiamento unidirezionale di altezza (o tasso di crescita) in un periodo di tempo. È stato stabilito che l'altezza degli adulti è aumentata da 1 a 3 centimetri per ogni decennio fino al 1980 (ad eccezione dei tempi della seconda guerra mondiale, che ha avuto un effetto opposto in alcuni luoghi). Tali cambiamenti, tuttavia, avvennero troppo rapidamente per essere di origine genetica; e sono molto meglio spiegati da un aumento della qualità della vita. In linea con questa spiegazione c'è l'aumento dell'altezza e del ritmo di crescita che vediamo ora nei paesi del Terzo Mondo, chiaramente l'effetto del miglioramento delle condizioni di vita.

In secondo luogo, a mio parere, la preferenza delle donne per gli uomini più alti può essere un'altra manifestazione del loro desiderio semplicemente del miglior maschio. Non vedo alcun vantaggio particolare per una donna nel volere un uomo più alto di quello che è, ma, come hai sottolineato, prove aneddotiche suggeriscono il contrario.


Basato su:

Vedi di più sulle tendenze secolari in:

#3
+3
daniel
2012-11-09 22:08:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per rispondere alla domanda con una domanda complicata, supponi che la preferenza aneddotica per uomini "alti" e donne "basse" sia davvero solo un impulso verso la norma? Supponiamo che le donne cerchino uomini più alti in proporzione alla loro percezione di sé come "più bassi della media": più una donna è vicina all'altezza media (femminile), meno è probabile che cerchi un compagno che è notevolmente più alto?

Nella mia esperienza non scientifica, l'altezza conta meno per le persone la cui altezza è più o meno normale.

Quindi, con alcune ipotesi sulle altezze dei figli di coppie le cui altezze sono diverse, la tendenza potrebbe essere verso una media stabile. Come notato in altre risposte, l'alimentazione è probabilmente un fattore importante nei recenti guadagni in Europa, Asia e Africa.

Questo sarebbe difficile da modellare matematicamente e non sono convinto che il risultato getterebbe molta luce sulla questione, specialmente (come notato sopra) alla luce della natura poligenetica del tratto.

#4
+3
A.M.
2013-07-31 20:12:51 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La tendenza a spingere l'altezza media verso l'alto è naturale se si considerano due fatti
(che finora sono stati tralasciati qui):

  • Con i costi più elevati per le femmine in generale per la riproduzione, sono il genere più "selettivo", quindi quando si tratta di selezione del compagno, le preferenze delle femmine contano di più . Pertanto, una tendenza dei maschi a preferire femmine più corte (se ciò è vero) non avrebbe un effetto uguale e opposto.

  • Non esiste un rapporto 1: 1 tra i maschi e femmine che trasmettono i loro geni. La deviazione standard sul numero di figli è più alta per i maschi e una percentuale più alta di maschi rispetto alle femmine produce 0 prole , "troncando così parte della distribuzione normale", ogni generazione, più per i maschi che per le femmine . Di nuovo, anche se ci fosse la stessa preferenza per le femmine basse da parte dei maschi quanto la preferenza per i maschi alti da parte delle femmine, ci sarebbe ancora una tendenza al rialzo dell'altezza media. Questo fatto ha più a che fare con la velocità del cambiamento piuttosto che con il fatto che il cambiamento avverrà o meno, però.

Due fatti che sono stati già discussi ma non ampiamente riconosciuti qui dovrebbe essere esplicitamente menzionato di nuovo:

  • L'altezza maschile e femminile influenzano ciascuna l'altezza sia nella prole maschile che in quella femminile. Ciò è importante perché anche se si preferisse che il maschio non fosse troppo molto più alto della femmina, ciò non fermerebbe la tendenza al rialzo in altezza perché le femmine sarebbero costantemente in tendenza verso l'alto in altezza. Pertanto, le femmine non servirebbero come nessun tipo di "ancora" per l'altezza .

  • Le variazioni di altezza sono dovute a qualcosa di più dei soli geni (i cui effetti potrebbero "raggiungere il massimo" in assenza di mutazione, come ha detto kmm), ma in ogni caso la mutazione non è trascurabile per l'altezza umana (come Marta Cz- C menzionato), quindi la mancanza di possibili genotipi per l'altezza estrema di cui stiamo parlando non è un problema . In realtà, questo è ovvio dal fatto che ci sono già persone (fertili) più alte della soglia menzionata in questa domanda.
    (Le uniche ragioni reali per un limite massimo di altezza umana, che hanno non essere allevati qui, sono ben presentati in questo video: Quanto può diventare grande una persona?, e quelli portano a un'altezza massima da qualche parte sopra i 213 cm (7 piedi ) stiamo parlando.)

Alcune cose che sono state menzionate qui, sebbene vere o forse vere, non sono realmente rilevanti per la domanda:

  • Un limite a quanto è più alto il padre della madre per il bambino tipico (imposto dalla preferenza femminile o maschile) non cambia la risposta alla domanda principale (direzione di significa variazione di altezza, se presente), solo la velocità ("in 'centinaia di anni'"). (Questo segue dal commento "ancora" sopra.)

  • Il fatto che ci siano molti altri fattori oltre all'altezza per la selezione dell'accoppiamento, e anche che molti di questi fattori sono più importanti rispetto all'altezza, inoltre, non cambia la risposta alla domanda principale. (Questo a meno che gli altri fattori che sono correlati con l'altezza inferiore non esercitino una pressione al ribasso su di essa. Non credo che nessuno lo sosterrebbe, ma fornirò un esempio perché penso sia interessante: se i maschi più bassi fossero, in media, più intelligente dei maschi più alti, quindi anche se le femmine preferissero i maschi più alti (a parità di intelligenza), se preferissero anche maschi più intelligenti, l'altezza umana potrebbe diminuire (mentre l'intelligenza umana media aumenta).

Ovviamente, generalizzare tutto questo agli esseri umani nel presente e nel futuro (cambiare il linguaggio da "maschi" e "femmine" a "uomini" e "donne") si basa su alcuni presupposti:

  • che le donne, in particolare quelle che hanno figli , preferiscono e ottengono uomini più alti. Questo potrebbe non essere il caso di fronte alla concorrenza delle donne che preferiscono anche uomini più alti ma non hanno figli. Ciò potrebbe anche cambiare a causa dell'inversione della preferenza per l'altezza o a causa di una maggiore preferenza per altri fattori che sono correlati con l'altezza inferiore combinata con una riduzione della lucentezza dell'altezza maschile per femmine. Ad esempio, l'importanza sempre minore della competizione fisica tra i maschi e il livello sempre crescente di sicurezza dagli attacchi senza armi nel mondo moderno significa che l'altezza (e altre misure di forza) conta sempre meno. Come altro esempio, la riduzione degli ambienti di lavoro faccia a faccia, che sono senza dubbio almeno in parte responsabili del fatto che gli uomini più alti siano pagati più degli uomini più bassi, dovrebbe portare a una minore ricchezza (che è un fattore di per sé). correlare con l'altezza e quindi ridurre la selezione per l'altezza.

  • che le preferenze delle donne continueranno ad avere più importanza delle preferenze degli uomini, per la selezione del compagno. Se le donne e gli uomini fossero attori completamente razionali, questo potrebbe già essere cambiato a causa della recente diminuzione dei costi di riproduzione per le femmine (principalmente a causa di cure mediche cambiamenti, come un tasso di mortalità inferiore associato alla gravidanza) e aumenti dei costi di riproduzione per i maschi (principalmente a causa di modifiche legali , possibilmente al punto in cui i costi per i maschi sono superiore rispetto alle femmine). Tuttavia, il modo in cui le donne e gli uomini pensano e si sentono riguardo alla selezione del compagno è fortemente sbilanciato verso le condizioni normali nella nostra storia evolutiva (maggiore investimento femminile) ed è difficile agire contro.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...